Presenta la domanda di ingresso

Requisiti generali per l’accesso – Limiti
Le R.S.A. gestite dalla Fondazione accolgono persone anziane, di ambo i sessi, che:

  • non siano autosufficienti;
  • siano residenti in Regione Lombardia, con precedenza per i residenti nel Comune di Brescia e per i residenti in Provincia di Brescia;
  • non siano affette da patologie psichiatriche in fase attiva o incompatibili con la vita di comunità, ad eccezione della patologia Alzheimer per la quale è previsto l’inserimento nel Nucleo specifico;
  • non siano affette da malattie infettive e contagiose;
  • non siano in stato vegetativo.

L’accoglienza è disposta nel limite dei posti letto previsti dall’Autorizzazione al Funzionamento delle singole strutture.

Domanda di ammissione – documentazione
Le ammissioni nelle R.S.A. avvengono previa presentazione di specifica domanda da parte dell’interessato o, in caso di suo impedimento ed in sua sostituzione, da altri aventi titolo.
La domanda di iscrizione è composta dalla seguente documentazione redatta su apposita modulistica:

La domanda, debitamente compilata in ogni sua parte, deve essere scansionata ed inviata al seguente indirizzo mail: urp@casadidio.eu se è indicata come prima preferenza una delle RSA gestite dalla Fondazione.

La ricezione delle domande presso il Servizio Ammissioni, situato al pianoterra della RSA Casa di Dio in Via Vittorio Emanuele II n. 7, è al momento sospesa e solo in casi eccezionali è  possibile effettuarla  contattando il numero 0304099380.

Ammissibilità della domanda e inserimento nella lista di attesa
La domanda presentata sarà caricata sul portale ATS dove sarà visibile anche alle altre Fondazioni per le quali l’utente ha fatto richiesta (per i criteri di inserimento in lista e di assegnazione del punteggio per la formazione della graduatoria vedi l’allegato “Protocollo lista unica” siglato in data 14/03/2019).

Per informazioni sulla regolarità della domanda e la posizione in lista d’attesa l’utente può contattare telefonicamente il Servizio Affari Generali della Fondazione (tel. 0304099380 dal lunedì al venerdì dalle ore 11.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 15.00).
Si precisa che per la prenotazione dei Posti di Sollievo, la domanda presentata è inserita in lista d’attesa in ordine cronologico che determina la precedenza in presenza di più richieste di prenotazione per il medesimo periodo.

Il Centro Diurno Integrato San Carlo Borromeo è destinato ad accogliere persone residenti nei comuni della provincia di Brescia, trasportabili, che presentino una delle seguenti caratteristiche:

  • anziani che presentano una compromissione dell’autosufficienza, inseriti in un contesto familiare o solidale per i quali, tuttavia, l’intervento domiciliare è insufficiente;
  • anziani soli con lieve riduzione dell’autosufficienza in situazione di fragilità che comporta rischio di emarginazione e/o di compromissione rilevante dell’autosufficienza.

Non sono ammissibili persone con:

  • problematiche psichiatriche attive;
  • handicap in età giovane ed adulta;
  • demenza con gravi disturbi comportamentali o elevate esigenze assistenziali;
  • riduzione totale dell’autonomia.

Sono invece ammissibili soggetti con demenza senza gravi disturbi comportamentali.

Il Centro Diurno Integrato è autorizzato ed accreditato per n. 22 posti con Decreto n. 467 del 07/09/2018 dell’ATS di Brescia e contrattualizzato per n. 14 posti con DGR n. IX/1668 del 04/05/2011.

Domanda di ammissione – documentazione

Le ammissioni al Centro Diurno Integrato avvengono previa presentazione di apposita domanda da parte dell’interessato o, in caso di suo impedimento e in sua sostituzione, da altri aventi titolo.
La domanda di iscrizione è composta dalla seguente documentazione redatta su apposita modulistica:

  • Richiesta di iscrizione in lista d’attesa (ACQUISISCI)

La domanda, debitamente compilata in ogni sua parte, deve essere scansionata ed inviata al seguente indirizzo mail: urp@casadidio.eu

La ricezione delle domande presso il Servizio Ammissioni, situato al pianoterra della RSA Casa di Dio in Via Vittorio Emanuele II n. 7, è al momento sospesa e solo in casi eccezionali è possibile effettuarla contattando il numero 0304099408.

In previsione dell’inserimento al Centro Diurno Integrato viene eseguito un colloquio con l’Assistente Sociale al fine di valutare l’idoneità alla frequenza. In sede di colloquio viene concordata la data d’avvio e le giornate di frequenza settimanale. Il primo mese di frequenza è da considerarsi come mese di prova.
In caso si evidenzino particolari patologie sanitarie, complessità nell’azione assistenziale e/o gravi disturbi del comportamento che rendono incompatibile la permanenza al CDI, si procede ad informare l’utente e i suoi familiari ed indirizzarlo a tipologie di servizi più idonei.

Misura finalizzata ad assicurare interventi di natura prioritariamente sociosanitaria, finalizzati a supportare la permanenza al domicilio di persone affette da demenza certificata di anziani di età pari o superiore a 75 anni, in condizioni di non autosufficienza.

 

Destinatari:

  • persone con demenza: presenza di certificazione rilasciata da medico specialista geriatra/neurologo di strutture accreditate/equipe CDCD (Centri per deficit cognitivi e demenze);
  • anziani non autosufficienti: età pari o superiore a 75 anni, riconosciuti invalidi civili al 100%.

In entrambi i casi le persone devono disporre di almeno un caregiver familiare e/o professionale che presta assistenza nell’arco della giornata e della settimana.

La Misura prevede l’erogazione di prestazioni  differenziate in relazione al livello di gravità della malattia per le persone affette da demenza, e per le persone anziane, di età pari o superiore ai 75 anni, non autosufficienti. Gli interventi qualificati di natura prioritariamente sociosanitaria, sono finalizzati a supportare la permanenza al domicilio delle persone, a sostenere il mantenimento il più a lungo possibile delle capacità residue delle persone beneficiarie e rallentare, ove possibile, il decadimento delle diverse funzioni, evitando e/o ritardando il ricorso al ricovero definitivo in struttura, ad offrire un sostegno al caregiver nell’espletamento delle attività di assistenza dallo stesso assicurate.

La differenziazione riguarda sia la tipologia degli interventi che gli ambiti, la durata e le modalità di erogazione.

Chi può presentare la domanda:

La domanda per accesso a RSA APERTA può essere presentata direttamente dall’interessato, oppure nel caso la persona versi in uno stato di impedimento permanente dal tutore, curatore o dall’amministratore di sostegno
Nel caso in cui la persona sia temporaneamente impedita a presentare la domanda, la stessa può essere presentata dal coniuge o, in sua assenza, il figlio o, in mancanza di questi, altro parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado

 

A chi rivolgersi:

La famiglia interessata alla Misura deve presentare la richiesta direttamente alla RSA scelta tra quelle che hanno sottoscritto il contratto con l’ATS. La RSA  verifica il possesso dei requisiti di accesso, di eventuali incompatibilità ed effettua la  Valutazione Multidimensionale.

Nel caso la scelta sia per la RSA A. Luzzago gestita dalla Fondazione Casa di Dio Onlus, l’interessato deve contattare il numero 3939068850 per fissare un appuntamento con il referente del servizio.

La Misura è incompatibile con altre Misure e/o interventi regionali e/o altri servizi/Unità d’offerta della rete sociosanitaria, eccezione fatta per interventi di tipo ambulatoriale e per l’erogazione dell’ADI prestazionale (per prestazioni quali prelievi,cambio catetere, etc.).

I Mini Alloggi per Anziani sono destinati ad accogliere persone anziane di età
superiore ai 65 anni compiuti alla data di presentazione della domanda,
prioritariamente con residenza nel Comune di Brescia, che presentino le seguenti
caratteristiche:

  • singoli o coppie, che conservano un sufficiente grado di autonomia e che tuttavia
    • abbisognano di un ambiente controllato e protetto;
    • con fragilità sociale (es. reti familiari rarefatte e residuali);
    • con lievi difficoltà, conservata capacità deambulatoria, anche con l’utilizzo di ausili;
    • con assenza di disturbi comportamentali che conservino tuttavia un sufficiente
    • grado di autonomia, pur se all’interno di un ambiente controllato e protetto
    • (Barthel superiore a 75-IADL di almeno 6/14);
    • che presentino patologie gestibili al domicilio con conservazione della capacità di
      assumere autonomamente la terapia, anche se preparata in anticipo.

Non sono ammissibili persone:

  • non autosufficienti necessitanti di assistenza socio sanitaria continua;
  • con problematiche psichiatriche attive;
  • con demenza;
  • in età giovane ed adulta con disabilità.

Domanda di Assegnazione – documentazione
Le assegnazioni dei Mini Alloggi per Anziani avvengono previa presentazione di
apposita domanda da parte dell’interessato. La domanda di ammissione è composta dalla seguente documentazione redatta su apposita modulistica:

  • Domanda di Assegnazione Mini Alloggio (ACQUISISCI)
    • Certificato Medico redatto su modulo prestampato della Fondazione Casa di Dio Onlus (al verificarsi della disponibilità dell’alloggio, sarà richiesto un nuovo certificato medico aggiornato sulle condizioni dell’utente) (ACQUISISCI)

La domanda, debitamente compilata in ogni sua parte, deve essere scansionata ed inviata al seguente indirizzo mail: urp@casadidio.eu

La ricezione delle domande presso il Servizio Ammissioni, situato al pianoterra della RSA Casa di Dio in Via Vittorio Emanuele II n. 7, è al momento sospesa e solo in casi eccezionali è  possibile effettuarla  contattando il numero 0304099408.

Fondazione Casa di Dio dispone di due Comunità-residenziali: la prima, “Anziani al centro”, si trova nel centro storico di Brescia, in via Moretto n. 6 e la seconda è ubicata presso Villa Santa Maria della Fonte, nel quartiere di Mompiano, in via della Lama 61. Si tratta di un servizio pensato per offrire una opportunità di residenza a bassa protezione a 12 persone a struttura, di età superiore ai 65 anni, che pur avendo qualche difficoltà nella gestione della vita quotidiana (effettuazione dell’igiene, preparazione di pasti, assunzione della terapia etc..) sono ancora in grado di vivere in una dimensione domestica. Ci sono sia camere doppie che singole, con relativi servizi igienici, una cucina ed ampi spazi di vita comune come sala da pranzo, soggiorno (con postazione p.c.), giardino/terrazza. Tutti i locali sono privi di barriere architettoniche e i piani sono fra loro collegati da un ascensore. E’ garantita la presenza nelle 24 ore di personale ausiliario, l’assistenza infermieristica in base al bisogno e la presa in carico globale da parte di una Assistente sociale.

Domanda di Ammissione – documentazione

    • Certificato Medico redatto su modulo prestampato della Fondazione Casa di Dio Onlus (al verificarsi della disponibilità dell’alloggio, sarà richiesto un nuovo certificato medico aggiornato sulle condizioni dell’utente) (ACQUISISCI)
    • Informativa (ACQUISISCI)

Per ricevere maggiori informazioni, contattare l’Assistente sociale (tel. 030-2016604 cell. 349-2899058) per concordare un appuntamento, visitare la Comunità ed eventualmente compilare la domanda di ammissione